il cucciolo e il bambino

Non dovresti avere problemi a incoraggiare il gioco tra il cucciolo e il bambino. 

La  prima interazione tra il cucciolo e il bambino, tuttavia, deve essere supervisionata, così come devono essere imposti dei limiti al gioco: 15-20 minuti, due o tre volte al giorno.

Il momento cruciale per far sì che si instauri un buon rapporto tra il cucciolo e il bambino è quando quest’ultimo incomincia a muoversi autonomamente. Si dovrà, in questo particolare momento, porre particolare attenzione ai loro incontri, vigilando sul loro comportamento.

 

Ecco alcune regole base da spiegare ai bambini:

 

  • Nessuna provocazione e nessun gioco che possa far male. Spiega ai tuoi figli che tirargli la coda o dargli fastidio può portarlo ad assumere cattive abitudini;
  • Impedire che lo bacchetti con un gioco, toccarlo maldestramente e troppo è assolutamente da evitare perchè può risultare fonte di irritazione e paura per il cane;
  • non deve esplorare il copro del cane, ficcandogli le dita in bocca, nelle orecchie e negli occhi (cosa che potrebbe tollerare il mansueto Labrador, ma non l’irascibile Pincher);
  • non deve cavalcare il cane, ingaggiare lotte e non arrivare di nascosto e toccarlo se lui non se lo aspetta;
  • non deve correre verso il cane e poi scappare via;
  • non deve disturbarlo mentre mangia, mentre dorme o mentre sta accudendo i suoi cuccioli;
  • Gentilezza. Di’ ai bambini di non sgridare mai il cucciolo, anche se fa qualcosa di sbagliato. Spiegagli che i cani possono essere spaventati dai rumori troppo forti;
  • si deve rispettare gli spazi dell’animale;
  • Quando possibile, incaricate i vostri bambini di occuparsi del cucciolo. Tantissime sono le cose che i piccoli possono fare, anche quelli più piccoli: portarlo a spasso, dargli da mangiare, cambiare l’acqua, giocare insieme.

 

Torna Indietro